Campaigns

From Make in Italy Cdb Foundation
Jump to: navigation, search

La Fondazione Make in Italy promuove ed incoraggia lo sviluppo di progetti che abbiano impatti positivi in molteplici settori. A tale scopo organizza concorsi e ricerca opportunità per far incontrare progetti e possibili investitori.

FabLabs for Education

Questa campagna intende promuovere i progetti maker attinenti alla formazione, all'educazione, alla scuola. Le tecnologie diffuse nei FabLab si adattano particolarmente a progetti finalizzati all'apprendimento poiché legano modalità interattive con oggetti fisici, a basso costo.

FabLabs for Health

Temi come il superamento della disabilità, il benessere e la qualità della vita, più ampiamente riconducibili al settore della salute, costituiscono uno dei campi dove il movimento maker sta trovando maggiore applicazione. La possibilità di realizzare dispositivi personalizzati e a basso costo dimostra come le soluzioni commerciali attualmente esistenti siano inadatte e poco accessibili. Il paradigma della collaborazione e la filosofia open hardware si applicano a questo settore sia per il forte contenuto etico sia perché risolvono problemi individuali attraverso l'inventiva.

FabLabs for Cultural Heritage

Le tecnologie dei FabLab, come la stampa 3D o la scansione 3D, stanno dimostrando come si possano avviare molte iniziative innovative di protezione e valorizzazione del patrimonio culturale. La catalogazione digitale delle opere, la loro riproduzione virtuale, l'integrazione ed altri interventi sono oggi resi possibili a basso costo grazie al connubio tipico dei FabLab tra materia fisica e rappresentazione digitale. La Fondazione Make in Italy, a maggior ragione vista la ricchezza del territorio italiano, intende promuovere tutti quei progetti che offrano soluzioni e idee innovative in materia di beni culturali.

FabLabs for Developing Countries

La capacità di ricerca spontanea e collaborativa che si attua nei FabLab sulla base di problemi pratici da risolvere è spesso in grado di trovare soluzioni a basso costo per le esigenze dei paesi in via di sviluppo, che non sempre sono soddisfatte da prodotti e servizi di stampo commerciale e devono fare i conti con l'esigenza di riusare materiali locali, spesso di riciclo. La condivisione della conoscenza tecnica che avviene nei FabLab, l'approccio empirico e la contaminazione tra competenze eterogenee costituiscono il terreno fondamentale per rispondere a questi problemi.